Miti e magie delle erbe

Miti e magie delle erbe: l’aura di piante e fiori tra mitologia e letteratura
Maria Immacolata Macioti

Alberi, piante, fiori sono da sempre presenti nell’immaginario e nei rituali delle più diverse culture. Cibo dell’anima e del corpo, ciascuno è portatore di un’aura particolare. Ci sono fiori prediletti dagli Elfi e altri amati dalle fate. Nella tradizione greco-romana la quercia è sacra a Zeus, mentre il mirto lo è a Venere. Alcuni danno vita e amore, come le rose e le viole, altri celano insidie mortali, quali l’iris portatore di sonno. Vi sono poi piante legate alle grandi religioni, quali il loto, importante per il buddismo, o il vischio, a lungo ritenuto un dono degli dèi, o la mandragora, la cui forma umana la riconduce al Paradiso terrestre. Il libro di Maria Immacolata Macioti è un lungo viaggio storico e culturale nelle narrazioni mitiche che hanno accompagnato l’uso e la diffusione delle piante dalla classicità ai giorni nostri nella loro funzione curativa tanto del corpo quanto dello spirito, passando per le loro connessioni religiose. Nel rapporto che gli umani hanno stabilito con le piante, facendo di esse l’oggetto di riti e racconti e attribuendo loro specifiche qualità, si è dato loro l’abilità di fare da tramite con ciò che le diverse culture hanno immaginato di un aldilà. Le piante traducono l’incanto magico e simbolico che accompagna la nostra permanenza sulla terra.

Miti e magie delle erbe: l’aura di piante e fiori tra mitologia e letteratura
Titolo: Miti e magie delle erbe
Autore: Maria Immacolata Macioti
ISBN: 978 – 88 – 6548 – 264 – 3
Pagine: 320
Anno: 2019
Collana: Habitus
Casa Editrice: DeriveApprodi

Cartolina. Archivio personale Maria Immacolata Macioti

Un’anticipazione del libro
Miti e magie delle erbe Per una storia auratica del rapporto tra uomini e piante